WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO

WW1 RIPR. MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA VITTORIA REGIO ESERCITO ITALIANO

SKU: 128249077128
Prezzo di listino
€2,50
Prezzo scontato
€2,50
Prezzo di listino
€2,50
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

WW1 Riproduzione Medaglia Commemorativa Guerra Italo Austriaca denominata “Medaglia della Vittoria". Colore nastrino: Colori spetro cromatico (Arcobaleno) Rappresentano i colori araldici delle Nazioni Alleate vincitrici del Primo Conflitto Mondiale Al termine della Prima Guerra Mondiale, per tutto l’anno 1919 e l’anno 1920, i rappresentanti delle Potenze Alleate vincitrici del conflitto fondano a Parigi un Ministero degli Esteri con un Supremo Consiglio di Guerra con il compito di valutare la problematica e la situazione dei nuovi confini nei territori acquisiti all’ Impero Austro Ungarico e dei danni subiti del conflitto nelle varie nazioni. Da questo Consiglio, su richiesta dei Deputati Francesi, viene proposto la realizzazione di una medaglia per non dimenticare i sacrifici di molti uomini appartenenti a tante Nazioni Mondiali realizzate con materiale provenienti dal materiale dai cannoni tolti al nemico. Per lo studio del progetto viene istituito una Commissione Interalleata, i Soldati che hanno diritto a fregiarsi di questo merito appartengono alle seguenti Nazioni in ordine alfabetico: Belgio, Brasile, Cuba, Cecoslovacchia, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Giappone, Portogallo, Romania, Siam e Stati Uniti d’America. Viene deciso che il riconoscimento venga registrato con la denominazione “Medaglia della Vittoria” ma non si raggiunge un accordo sulla realizzazione dell’incisione si decise allora che ogni Paese realizzasse una medaglia propria secondo la coltura le tradizioni e i costumi tenendo la tematica l’immagine della Vittoria Alata senza diciture. Il nastrino uguale per tutte le Nazioni con i colori dell’arcobaleno che devono rappresentare simbolicamente i colori araldici delle Nazioni. L’Italia con il R. Decreto N. 1918 del 16 dicembre 1920 decise di raffigurare la Vittori Alata con la fiaccola della Libertà in mano trainata da un carro trionfale al giogo di quattro leoni che rappresentano i quattro esercito avversari dei vincitori. Questo riconoscimento viene concesso a tutti coloro che hanno ottenuto il nastrino “Fatica di guerra” o abbiano prestato servizio sul Territorio di Guerra per almeno quattro mesi.